IL NOSTRO MISSIONARIO MICHELE CI SCRIVE DAL BRASILE

Ben trovati cari parrocchiani. Il tempo passa veloce, questa è già la seconda Pasqua che trascorro a Parintins. La tradizione e i ritmi sono abbastanza diversi dai nostri, non posso negare che a volte mi è difficile capire certe cose sia in ambito religioso che sociale. Lappartenenza alla Chiesa Cattolica però ti viene in aiuto perché la liturgia e la tradizione della nostra Chiesa non muta, ovunque ti trovi hai lopportunità di poter vivere i tempi liturgici che direzionano il tuo cammino spirituale, che è la base per poter vivere la tua missione di battezzato nel quotidiano. Ogni fatica o difficoltà possono essere opportunità per conoscere meglio te stesso e laltro divenendo momenti dove lesperienza cristiana, che è “morte e risurrezione, si fa concreta; hai lopportunità di fare una esperienza come San Francesco dove quello che al palato era amaro diventa dolce perché lincontro con Gesù ha cambiato il tuo sguardo; dove è  esperienza concreta: andate per il mondo a predicare il Vangelo e se necessario usate le parole, perché la tua testimonianza di vita in mezzo a persone di altra cultura e tradizione tante volte parla più di molte catechesi. Qua nella città la nostra attività è intensa sia pastorale che sociale, più che entriamo nella realtà di questo quartiere è più che incontriamo situazioni complicate. A fine di Aprile inizieremo di nuovo le visite nelle comunità rurali e indigene dopo circa 2 mesi di pausa a causa delle piogge, ma pure perché la barca è in manutenzione. Quasi ogni settimana dovremo uscire per 2-3 giorni, le comunità sono molte come pure i bisogni di questi fratelli. 

A Ottobre ci sarà pure il sinodo sulla Amazzonia, a Roma si incontreranno tutti i vescovi della Pan-Amazzonica con il Papa per discutere quale contributo può dare la Chiesa al polmone verde del nostro mondo; quale evangelizzazione; come lEucarestia che è il centro della vita del cristiano possa raggiungere tutte le comunità. Ci sono molte aspettative su questo Sinodo: che lo Spirito Santo assista i padri sinodali perché sia Cristo il centro di tutte le decisioni.

Chiedo a voi preghiere per me, per questa missione che stiamo vivendo, per questo popolo che mi accoglie.

Buona Pasqua a voi tutti nel Signore Risorto. Un abbraccio fraterno.

Michele Lazzerini